[...] Per comprendere ciò che Bombardieri vuole dirci, con i suoi rinoceronti e le sue buffe macchine da scrivere in serie su eleganti gambette in vetroresina, si deve per prima cosa pagare lideale biglietto dingresso per quello strano posto che è Bombardieriland, il luogo delle contromeraviglie, dove niente è ciò che sembra, dove lo spettacolo segue regole tutte sue anziché quelle codificate, e tutto sommato prevedibili (benché spesso straordinariamente azzeccate), dal grande business dellattuale consumismo infantile, e i rinoceronti stanno appesi sui tetti delle macchine o schiacciati dentro a scatolette di sardine.

Alessandro Riva

Production: Doc-Art

Direction: Enrico Ranzanici

Interview: Alessandro Mombelli

Music: Simone Lombardi

Year: 2010