Luigi Lineri è un " Artist Singulier ", come vengono appellati in Francia. Si tratta di una corrente artistica specifica, che trova l'emozione nell' interiorità estrema, e che produce opere insolite, collegate all'immaginario latente.

Oltre alle sculture ed ai dipinti Luigi da ormai più di 40 anni raccoglie sassi tra i greti dell' Adige, in località Zevio vicino a Verona. Queste pietre sono diventate un grande museo autoctono installato nell'abitazione dell'artista.

Migliaia di sassi antropomorfi popolano ogni angolo o parete e sono ordinati in forma evolutiva, in uno studiato "morphing" che intravede i tratti somatici di animali, pesci e archetipi maschili e femminili.

Alla base di questa ricerca esiste il dilemma che queste pietre siano state "tracciate" da artisti antichi che cercavano di oblare il sacrificio agli dei del fiume in cambio di passaggi protetti tra le acque dei guadi.



Production: Non Art

Art director: Paolo Mucciarelli

Filmmaker: Enrico Ranzanici

Fotografia: Gianluca Ceresoli

Music: Igino Maggiotto

Year: 2007